Share |

Con i soldi del Papa pagato l'anti-Papa

Papa Ratzinger garantisce allo Ior un fiume di soldi: sono diversi i conti correnti del Pontefice, uno di questi raccoglie il 50% dei diritti  d'autore di tutti i suoi libri (oltre 130 titoli) per un valore di 2,4 milioni di euro. Nel marzo 2010 quei soldi vengono trasferiti  alla fondazione Vaticana "Joseph Ratzinger Benedetto XVI", gemella dell'ominca Stiftung tedesca, aperta nell'autunno 2008. A dirigere la fondazione vertici scientifici di rilievo, con i cardinali Bertone, Ruini e Amato e un laico che di soldi se ne intende, il vicepresidente Paolo Cipriani con un passato di rilievo nello Ior. E infatti i conti della fondazione sono in attivo, tanto che si può permettere anche uscite "particolari". Nel 2011, per esempio, ha riconosciuto 50mila euro a uno studioso, Manlio Simonetti, per un saggio che sostiene tesi teologiche opposte a quelle del Santo Padre. Il premio non è andato giù agli esponenti religiosi della Fondazione, e lo stesso padre Georg, assistente di Ratzinger, rimane allibito. I soldi del Papa andati all'anti-Papa: qualcosa di più che imbarazzante equivoco.