Share |

Omofobia, transfobia, unioni gay. I primi tre disegni legge dei grillini

Il Movimento 5 Stelle si è finalmente rimboccato le maniche. Il partito fondato da Beppe Grillo ha presentato i suoi primi tre disegni di legge.

CONTENUTI CORRELATI
Il ricatto dei 5 Stelle: pronti a occupare le Camere
I grillini hanno deciso di puntare tutto sul tema dei diritti civili. La prima proposta riguarda le unioni omosessuali, il contrasto all'omofobia e alla transfobia.

Il ddl più importante è quello che vorrebbe "modifiche al codice civili in materia di eguaglianza nell’accesso al matrimonio in favore delle coppie formate dallo stesso sesso". Ciò che propongono i 5 Stelle è l'introduzione di un articolo 91, per riconoscere il "matrimonio egualitario", che, come già accade in altri Paesi europei, interessi anche persone dello stesso sesso.

I grillini vorrebbero anche il riconoscimento per i figli di un "coniuge", "anche quando il concepimento avviene mediante il ricorso a tecniche di riproduzione medicalmente assistita, inclusa la maternità surrogata".

Insieme a questo disegno di legge ne sono stati presentati altri due, incentrati sul contrasto a omofobia e transfobia.