Share |

Persecuzione dei cristiani: la realtà nascosta

donna cristiana torturata a morte in Medio Oriente
Cristiana perseguitata

La foto mostra le incredibili sofferenze affrontate dalle vittime sottoposto da parte dell’odio dell’Islam contro tutti i non-islamici, prima di essere redenti dalla loro sofferenza con la morte sono torturati in modo indicibile.
”L’immagine esprime esattamente la brutalità e il perverso, cinico e disumano odio contro i cristiani generato dal fondatore dell’Islam”.
Questo odio regna oggi nella mente di molti musulmani e offre legittimità degli studiosi islamici chiamati imam.
Nel vedere quanta violenza viene usata contro i cristiani, dovrebbe iniziare lentamente a svegliarsi il gregge cristiano, in Europa, terra che è meta di conquista di quell’odioso uomo di nome Mohammed, che ha avviato un’ideologia basata sul virus del male, che può essere operato dai propri fedeli che sono capaci di tale brutalità. Su tutto ciò è necessario riflettere.
Fonte: CATASTROFE PER L’EUROPA (blog dei copti pubblicato in Germania) Nel quale trovate descritte una serie infinita di atrocità che i cristiani subiscono ad opera dei musulmani in Medio Oriente, ma sono soprattutto le donne quelle che subiscono le cose peggiore, come la foto sopra, tragicamente dimostra. La descrizione è fatta accuratamente da Chaim Noll, scrittore tedesco di origine israeliana.
Ma non è il solo a spiegarci questo dramma:
La realtà nascosta: Persecuzione globale dei cristiani da parte dell’Islam” giornalista Michael Mannheimer – 30 gennaio 2011 http://newstime.co.nz/graphic-photo-journalist-michael-mannheimer-the-hi...
il quale sostiene che: in considerazione di tutte le circostanze incredibili nelle quali i cristiani sono letteralmente massacrati (come riferisce da testimone oculare la coraggiosa sorella Hatune siro-ortodossa http://www.sisterhatunefoundation.com ) il ruolo dei politici occidentali e ampi settori della Chiesa, stanno dimostrando vigliaccheria e condiscendenza, con false risposte al mondo islamico, ma in particolare quello che servirebbe è il ruolo dei media occidentali che riferiscono della persecuzione dei cristiani solo in casi eccezionali. E’ uno scandalo di primordine nella civiltà.
Tutti e tre questi settori, respingono l’idea della persecuzione dei cristiani, che spesso vengono definiti come “casi individuali “. “Ma come fanno 150.000 vittime all’anno essere considerati come casi individuali?
Forse il problema risiede proprio nella mancanza di sostegno politico dei media, direttamente complici del genocidio settario di proporzioni storiche che non avviene in tempi bui, ma nel presente e in epoca di ingegneria genetica, di trapianto di organi e di navigazione satellitare ….
E’ sempre Michael Mannheimer a ricordarlo a tutti mettendoli di fronte a queste innegabili verità:
http://michael-mannheimer.info/2010/01/06/weltweite-christenverfolgung-d...