15 Giugno, 2011

L'esito del referendum che riguardava l'energia nucleare ci impone la domanda sul dopo. La risposta: allora adesso puntiamo tutto sulle rinnovabili appare troppo semplicistica. Anzitutto una constatazione.

10 Giugno, 2011

Ci eravamo ripromessi, dopo l’editoriale di ieri, di non ritornare sulla questione referendum. Ma il fiume di interventi a favore dei quesiti sull’acqua da parte di vescovi, preti, associazioni cattoliche, giornali, per non parlare della carnevalata di padre Zanotelli e soci in piazza San Pietro, ci costringe a tornare sull’argomento.

7 Giugno, 2011

Una nuova generazione di politici cattolici «è difficile che si realizzi» se i cattolici continueranno a conformarsi «al mondo e ai suoi venti di opinione» invece che ispirarsi alla dottrina sociale della Chiesa. Lo sostiene in questa intervista il vescovo di Trieste Gianpaolo Crepaldi, autore del recente manuale Il cattolico in politica (Cantagalli)..

25 Maggio, 2011

Perché il sostegno al Centro di aiuto alla vita è forse più importante del trasferimento a Milano di un dipartimento ministeriale.

11 Maggio, 2011

E’ ancora molto diffusa la convinzione che le elezioni amministrative non riguardino le grandi questioni di valore, ma piuttosto le “cose da fare”. "Al sindaco – dicono in molti – io chiedo che mi faccia vivere meglio". E con questo si intende i mezzi pubblici, i parcheggi, l’ordine, i giardini, gli asili, le rotonde e così via.

14 Marzo, 2011

Ci sono periodi in cui sembrano arrivare solo sciagure e pericoli. Come oggi, in cui è in atto una grave recessione, il Mediterraneo è in fiamme e c’è perfino una catastrofe in Giappone.

11 Febbraio, 2011

Intervista al presidente Berlusconi. “C’è un piano antidemocratico, gestito da procure spioniste e con giacobini al seguito, per liberarsi di me evitando il voto. Ma io non cedo, e al Quirinale c’è un galantuomo”

8 Febbraio, 2011

Ma siamo sicuri che non ci sia un pezzettino d’Italia indisponibile come noi a darla vinta ai puritani del Palasharp e di Repubblica? Possiamo riunire in un teatro milanese gente per cui il partito dei pm militanti, delle intercettazioni e delle pornogallery, dello spionaggio ad personam e dell’ipocrisia moralistica is unfit to lead Italy, come disse un tempo l’Economist di Berlusconi? Siamo in mutande, ma vivi.

25 Gennaio, 2011

Che delusione, per i moralisti dell'ultima ora, la prolusione del cardinal Bagnasco al Consiglio permanente della Cei! Si aspettavano che il presidente dei vescovi italiani vestisse i panni dell'inquisitore e accendesse il rogo con cui bruciare sulla pubblica piazza il Grande Peccatore.