Share |

Gabriela Cilic a nome del “Fondo Amici dei Talenti”

Caro nostro Padre Slavko,

A nome del fondo “Amici dei talenti” di Medjugorje ed a nome di tutte le nove generazioni di studenti ai quali hai procurato migliaia di borse di studio ed hai aiutato nella loro crescita spirituale, ti porgo un infinito grazie.

Ci congediamo da te, promotore dell’idea e della creazione del Fondo, nostro stimato ed amato presidente, nostro Padre Slavko.

Caro amico, la realtà della dipartita fisica è dolorosa, ma la fede nelle vie di Cristo, le via crucis che hai fatto, la croce che hai portato e sotto la quale ti sei addormentato, sono la sintesi del tuo cammino terreno, un cammino di amore e di donazione al fratello uomo.

Elencare tutte le opere buone, grandi e generose che hai fatto per questo Fondo e per noi studenti sarebbe impossibile in questo momento e non saremmo neppure pienamente consapevoli della loro reale entità.

Convinti che il futuro riconoscerà la nobiltà e la portata delle tue opere, dobbiamo ammettere che in questo momento non siamo coscienti della grandezza della persona che abbiamo perso e ci impegniamo a seguire la via della Regina della Pace che tu ci hai mostrato.

I tuoi collaboratori del Fondo e noi studenti deponiamo le nostre parole di gratitudine sul tuo feretro, pregando il Padre Celeste affinché ti doni il meritato posto nella Gerusalemme celeste e lasci il tuo nobile spirito tra noi.

Il poeta A.B. Šimic dice:

“Tu non senti il mio ritorno e la mia vicinanza
di notte, quando la luce della luna sussurra silenziosamente nel tuo orecchio …
E quando al crepuscolo vedi muoversi la nera ombra
Da quel lato le acque scure e tranquille.
Sai:
Io cammino dritto e santo
Come se fossi affianco a te.”

Rimarrai per sempre nei nostri cuori e nelle nostre preghiere.

Grazie.