Share |

Chiesa

6 Aprile, 2014

Che cosa sia una predica è molto semplice a dirsi. Secondo il n. 65 dell’Ordinamento generale del Messale Romano, essa «deve consistere nella spiegazione o di qualche aspetto delle Letture della Sacra Scrittura o di un altro testo dell’Ordinario o del Proprio della Messa del giorno, tenuto conto sia del mistero che viene celebrato, sia delle particolari necessità di chi ascolta».

23 Febbraio, 2014

Un vaticanista, ha scritto, in rete, che “Benedetto XVI, vestito di bianco, con il soprabito, era seduto in prima fila, come primo tra i cardinali”.
Solo che egli non è affatto un cardinale e neanche “il primo fra i cardinali”. Quello che è lo ha detto il Segretario di Stato Parolin, dopo aver salutato papa Francesco: “Salutiamo, con uguale affetto e venerazione, il Papa emerito, Sua Santità Benedetto XVI, lieti per la sua presenza in mezzo a noi…”.
 

20 Febbraio, 2014

 Certi avvocati negli Usa si sono fatti la barba d’oro con i casi dei preti pedofili. Le diocesi hanno dovuto sborsare miliardi. Ma non è bastato, perché cineasti antipapisti e il Comitato dell’Onu sui Diritti del Fanciullo aizzano la leggenda nera. Il sociologo Massimo Introvigne, insieme allo psicologo Roberto Marchesini, è andato a vedere i numeri col libro Pedofilia. Un battaglia che la Chiesa sta vincendo (Sugarco, pp. 160, euro 16). Risultato: statisticamente le istituzioni cattoliche sono il luogo più sicuro per i minori.

11 Febbraio, 2014

Sul sito dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Rufino di Concordia” in Portogruaro si spiega come da circa sette anni esista in loco un’iniziativa costituita da «una trentina di persone tra laici e preti», peraltro «approvata ed incoraggiata dal Vescovo» interamente dedicato a unioni omosessuali, matrimonio e famiglia, giudica «praticabile ed accettabile» il riconoscimento giuridico delle cosiddette “nozze gay”, 

17 Gennaio, 2014

Fu Paolo VI a denunciarlo, nel celebre discorso sul “fumo di Satana” del 1972: “Io debbo accusare la sensazione che da qualche fessura sia entrato il fumo di satana nel tempio di Dio. C’è il dubbio, l’incertezza, la problematica, l’inquietudine, l’insoddisfazione, il confronto, non ci si fida più della Chiesa. Ci si fida del primo profeta profano che viene a parlarci da qualche giornale o da qualche moto sociale per rincorrerlo e chiedere a lui se ha la formula vera della vita..Sarebbe tragico se oggi tornassimo a quella situazione cupissima da cui ci hanno faticosamente portato fuori Karol Wojtyla e Joseph Ratzinger. 

1 Gennaio, 2014

a Madre di Dio, di Niccolò Berrettoni (XVII secolo): l'autore ci invita a guardare al Mistero della Madre di Dio dal punto di vista degli angeli. Di fronte a quest'opera e allo sguardo mesto e sereno di Maria, siamo chiamati ad interrogarci sulla qualità della nostra fede, su quanto siamo pronti a riconoscere nella nostra vita la Presenza di Dio nelle umili pieghe del quotidiano.

20 Dicembre, 2013

“Molti di quelli che si erano mostrati entusiasti per Francesco rimarranno con la gioia strozzata in gola”. Sono parole dure quelle che monsignor Georg Gänswein, prefetto della Casa pontificia e segretario del Papa emerito Benedetto XVI, pronuncia in un intervento che sarà pubblicato sul numero di gennaio della prestigiosa rivista di cultura tedesca Cicero.

19 Dicembre, 2013

L'Istituto dei Francescani dell'Immacolata sta conoscendo una persecuzione di una tale entità che non si sarebbe mai sospettata. Si parla di dialogo, di incontro, di pluralità di carismi e poi qualcuno propone una visione dell'obbedienza religiosa fondata sulla mera autorità, vista in sé sola e giustificata per sé sola.

24 Ottobre, 2013

Martedì scorso, un editoriale di prima pagina di Ian Buruma, che sembra ignaro di secoli di dottrina cattolica relativa alla “retta coscienza”, attribuiva al papa l’idea che “non è poi necessario che Dio o la Chiesa ci dicano come dobbiamo comportarci. Basta la nostra coscienza”.

19 Ottobre, 2013

Citando l'articolo di Alessandro Gnocchi e Mario Palmaro, intitolato appunto Questo Papa non ci piace, Salvatore Abbruzzese, sociologo delle religioni con cattedra all'università di Trento, esordisce dicendo: «Questa polemica non mi piace. Non mi piace questa sorta di disputa verbale dove ciascuno tira il mantello del Papa non facendo i conti con ciò che è. Non il capo di un partito, o il CEO di una multinazionale, ma il vicario del falegname di Nazareth che ha sulle spalle il peso delle speranze di un'intera umanità credente (e anche di tutta quella non credente che è in ricerca). 

15 Ottobre, 2013

Esistono luoghi nel mondo dove la Missione è davvero Missione, dove si adempie la reale volontà di Dio. Fra questi luoghi c’è sicuramente la Missione in India delle Suore Consolatrici del Sacro Cuore, ogni giorno si dicono le preghiere del mattino e della sera, si recita il Santo Rosario e prima di entrare in classe assistono alla Santa Messa. I Sacramenti sono il sostegno più grande e la giornata, trascorsa nella Grazia, diventa una melodia, seppure non manchino le preoccupazioni e le occupazioni.

15 Ottobre, 2013

«E’ Cristo che guida la Chiesa» è però la certezza che sembra proprio mancare nella disputa che da mesi va avanti sull’interpretazione che si dà di papa Francesco da due fronti contrapposti: da una parte i progressisti, esultanti per aver trovato finalmente un “Martini” da cui ci si aspetta una rivoluzione (guarda caso, soprattutto sessuale); dall’altra i cosiddetti “tradizionalisti”, decisamente preoccupati che si smarrisca la ricchezza bimillenaria dell’insegnamento della Chiesa per inseguire il mondo e la modernità.

21 Settembre, 2013

Analisi tattico-dottrinale della “lettera ai non credenti”, riuscitissima incursione in campo avverso che ha mandato in cortocircuito tutti gli schieramenti i lettori del quotidiano, i republichiños, ora devono prendere in considerazione un’autorità se non altro pari a quella del Fondatore, uno che si permette di rispondergli con un’articolessa al cubo; loro intanto non possono più mormorare nei salotti che la Chiesa di Roma è obsoleta e retriva e non si confronta con gli ambienti giusti.

12 Agosto, 2013

Qui si inserisce la prima osservazione che l’incredibile vicenda del commissariamento dei Francescani dell’Immacolata ci suggerisce: è in atto da decenni, in una fetta preponderante della teologia sedicente cattolica, un’operazione essenzialmente luterana, di de-sacramentalizzazione della Chiesa. Si parla di Cristo, si parla del Vangelo, si parla delle beatitudini, si parla dei poveri, ma sganciandosi progressivamente, in modo prima lento e poi veloce ed inesorabile, dalla centralità assoluta dei sacramenti. A cominciare dalla Messa, passando poi per la confessione, la cresima, il battesimo. 

ADERIAMO ALL'INIZIATIVA DI CORRISPONDENZA ROMANA, IN SOSTEGNO DEI FRANCESCANI DELL'IMMACOLATA E DELLA MESSA TRADIZIONALE

12 Agosto, 2013

Il docente domenicano ricorda che gli ultimi Pontefici, sino a Benedetto XVI, sono intervenuti più volte e in vari modi su questo argomento lamentando cattive interpretazioni ed esortando ad interpretare il Concilio in conformità a quel medesimo Magistero della Chiesa che è alla base delle sue dottrine.
Cavalcoli ricorda anche come il ruolo della teologia di Rahner nella confusione del post concilio è stato più volte sottolineato.

12 Agosto, 2013

Il docente domenicano ricorda che gli ultimi Pontefici, sino a Benedetto XVI, sono intervenuti più volte e in vari modi su questo argomento lamentando cattive interpretazioni ed esortando ad interpretare il Concilio in conformità a quel medesimo Magistero della Chiesa che è alla base delle sue dottrine.
Cavalcoli ricorda anche come il ruolo della teologia di Rahner nella confusione del post concilio è stato più volte sottolineato.

7 Agosto, 2013

A Barrie Drewitt-Barlow, 44 anni, e al suo compagno Tony, 49, non resta che sfidare in tribunale la Chiesa d’Inghilterra che si rifiuta di sancire il loro matrimonio. Dopo la legalizzazione delle nozze gay in Inghilterra e Galles, per questa coppia di Danubry, nell’Essex, unita in civil partnership da ormai sette anni, con cinque figli ottenuti da madri surrogate, è questo l’«unico modo per andare avanti», come riporta il Telegraph.

1 Agosto, 2013

Dolore e sconcerto hanno assalito moltissimi fedeli, sacerdoti, parroci, religiosi e religiose alla notizia che all’ordine dei Francescani dell’Immacolata, Congregatio Fratrum Franciscanorum Immaculatae,  sia stato, di fatto, impedito di celebrare la Santa Messa in rito antico. Una domanda si è levata: ma la Chiesa è Madre o matrigna? La Chiesa, come Corpo mistico di Cristo è Madre, ma, spesso, come autorità umana, soprattutto dopo il Concilio Vaticano II, è matrigna.

1 Agosto, 2013

Probabilmente accadrà così, ancora una volta: Padre Stefano, uomo di vita santa e veramente francescana, è chiamato da Dio a sopportare questa croce, per il bene dei suoi frati. Finché non sarà chiaro -perché il tempo è galantuomo- che i Francescani dell’Immacolata sono oggi quanto di meglio la Chiesa italiana sta donando alla Chiesa universale. Quanto al papa, dopo il caso Ricca, vedrà ancora una volta quanto è dura riformare la Chiesa, con certi collaboratori…

24 Giugno, 2013

Questo papa gode della simpatia e del plauso universali, cosa di cui, come cattolici, non possiamo che essere felici. Anche perché papa Francesco non ha attenuato o pretermesso alcun punto della dottrina tradizionale, né pare intenzionato a spostarsi di un millimetro dalla linea tracciata dal suo predecessore Ratzinger.  Se è questo il papa giusto per l’ora presente, allora vuol dire che è l’ora presente a costituire problema. 

Risposta di don Mangiarotti: Un magistero parallelo ha impedito di amare i Papi

23 Giugno, 2013

E chi fonderà l’Europa del futuro? O saranno i cristiani o verrà fuori il mostro che già s’intravede. Salveranno l’Europa gli uomini che sanno amare, credere e sperare. Perciò è venuta l’ora che i cristiani smettano di essere dei poveri cristi e comincino a riporre la fiducia in Dio (da cui proviene la forza) e a svolgere un apostolato simile a quello dei primi cristiani.

26 Maggio, 2013

Quando sento dire “il prete degli ultimi” io penso al grande e umile fratel Ettore Boschini che, lontano da tutti i salotti e i riflettori, per anni, portando in giro la statua della Madonna di Fatima e col crocifisso rosso dei camilliani sulla veste, ogni notte nei gironi infernali di Milano raccoglieva, lavava amorevolmente, nutriva e curava barboni, clochard, sbandati, tossici e disperati, in un “rifugio” ricavato nel tunnel sotto la stazione centrale di Milano.

19 Maggio, 2013

Francisco, detto Kiko, nasce a Léon, in Spagna, il 9 gennaio 1939, in una famiglia dell’alta borghesia. Dotato di buone doti artistiche da giovane frequenta l’Accademia di Belle Arti a Madrid. E naturalmente si trova immerso nel clima culturale delle élite del tempo che avevano i loro riferimenti esistenziali in autori come Sartre e Camus. “Ho provato a vivere così, ma presto mi sono reso conto che, quando la vita diventa insopportabile, c’è solo un’uscita: suicidarsi. Dicono che ogni secondo si uccide una persona nel mondo”.