Share |

Islam

1 Luglio, 2015

L'Italia nelle mani dei terroristi islamici. Mentre la procura di Milano mette a segno dieci arresti eccellenti sgominando il clan di Maria Giulia Sergio, la Lady Jihad partita alla volta della Siria per combattere con lo Stato islamico, la procura di Roma ha sgominato una cellula di matrice qaedista arrestando due maghrebini con l'accusa di terrorismo internazionale.

8 Maggio, 2015

Noman Benotman era membro di un gruppo radicale islamico libico. Ha cambiato vita dopo l'11 settembre 2001 ed è presidente della Quilliam Foundation. Lo abbiamo incontrato a Roma, alla tavola rotonda sulla Libia del Comitato Atlantico Italiano. E ci ha spiegato quanto sia forte il pericolo della nuova generazione di terroristi. Hanno dichiarato guerra al cristianesimo.
"RISPETTARE I PATTI DI GHEDDAFI"

8 Maggio, 2015

“Dopo la caduta di Gheddafi, tutti si sono scordati della Libia. Cosa vuole il popolo libico? Ordine, istruzione, democrazia, come tutti i popoli del mondo. Vogliamo vivere. La Libia ha vissuto per 4 anni esperienze molto dure. Ho conosciuto molti terroristi. Non riesco nemmeno a chiamarli con questa parola, sono persone giovanissime, sperdute. Vogliono solo un po’ di istruzione in più, imparare le lingue, imparare un mestiere.

5 Febbraio, 2015

E' morto in piedi non è mai caduto in ginocchio quasi una sfida dignitosa di un uomo contro la barbarie bestiale. Il barbaro omicidio del pilota giordano Muad Kasasbeah, bruciato vivo dentro una gabbia come mostra un video diffuso dal Califfato. Il Site (portale che pubblica video e documenti dei gruppi jihadisti)  ha pubblicato un collage di immagini nelle quali appare il tenente delle forze aeree giordane circondato da miliziani armati e a mezzo busto con un occhio tumefatto, mentre pronuncia un monologo. 

9 Gennaio, 2015

sul Corriere della Sera Umberto Eco, intervistato dal giornale milanese: «Gli uomini si sono sempre massacrati per un libro: la Bibbia contro il Corano, il Vangelo contro la Bibbia eccetera. Le grandi guerre sono state scatenate dalle religioni monoteiste per un libro. Sono le religioni del libro a provocare le guerre per imporre l’idea contenuta nei loro testi». Ma la verità è che se non c’è più nulla per cui vale la pena morire, non c’è nemmeno più nulla per cui vale la pena vivere. Finché c’è qualcuno in Occidente che testimonia che ciò per cui si vive è anche ciò per cui si è pronti a morire, la guerra non è persa e la sottomissione non è inevitabile.

8 Gennaio, 2015

La rivista era da tempo nel mirino del terrorismo perché si è permessa di fare sistematica satira sull’islam e sul suo Profeta. Naturalmente così come dissacrava l’islam, Charlie Hebdo dissacrava tutte le altre religioni, cristianesimo ed ebraismo in testa (e d’altronde attaccare i cristiani, la Chiesa, i simboli giudeo-cristiani è oggi lo sport preferito in ogni posto del mondo). Ma solo l’islamismo ha dichiarato guerra ai dissacratori, alla satira, alla vita, al mondo. Solo gli islamisti associano «Allah è grande» all’«amiamo la morte più di quanto voi amiate la vita».

1 Settembre, 2014

Obama condanna i raid aerei condotti da Egitto ed Emirati Arabi Uniti contro gli jihadisti in Libia. E allo stesso tempo non dice niente contro Qatar e Turchia che armano gli stessi jihadisti. Ansar al Sharia, la più attiva delle formazioni islamiche in Libia, è ritenuta responsabile dell'attentato contro gli americani a Bengasi. E allora perché Obama la protegge con dichiarazioni irresponsabili?

28 Agosto, 2014

Nella cittadina di Rotherham, nel Nord dell'Inghilterra, 1400 minorenni sono state violentate. Si tratta di uno dei più giganteschi casi di pedofilia organizzata degli ultimi anni. Ma gli stupratori erano quasi tutti pachistani. E allora, per paura di subire l'accusa di razzismo e islamofobia, le autorità non si sono mosse per 16 anni, lasciando impunito il crimine. Anche se il tutto era noto da più di un decennio.

25 Maggio, 2014

In una delle mete preferite del turismo occidentale, da un mese è in vigore la più rigida legge islamica che prevede la pena di morte anche per bambini di dieci anni. Vale solo per i cittadini locali, nei villaggi turistici tutto resta permesso. Donde questo giro di vite? Dal 17 novembre 2013, data della salita al potere del presidente Abdullah Yameen, il quale ha ottenuto la fiducia unanime dei maldivesi proponendosi come «salvatore dell’islam» e applicatore alla lettera della sharia. 

27 Febbraio, 2014

Molti dei musulmani rifugiati nella chiesa di padre Rigobert Dolongo vengono da Guen, città a 100 chilometri di distanza, dove almeno 70 musulmani sono stati uccisi negli ultimi giorni. La chiesa, protetta per il momento dai militari del Camerun, è ora accerchiata dagli anti-balaka che hanno portato sul posto più di 40 litri di gasolio per dare fuoco all’edificio.

18 Agosto, 2013

Decine e decine di chiese profanate, conventi e ospedali cristiani bruciati… Troppo spesso i cristiani sono capri espiatori di violenti scontri di potere altrui.
Del resto pure nell’Occidente che si vuole liberale spesso il discorso pubblico ama criminalizzare a vanvera la Chiesa e i cristiani facendoli bersaglio di disprezzo pregiudiziale e di una certa intolleranza.
“Capri espiatori”, si diceva, nel senso spiegato dal grande filosofo René Girard: cioè come l’ “agnello sacrificale” per eccellenza, Gesù Cristo. La Vittima che mette d’accordo i diversi poteri mondani.

29 Maggio, 2012

La Jordan Dubai Islamic Bank, istituto di credito arabo che settimana scorsa, ad Amman, ha presentato sulla scrivania di Vivian Salameh, da venticinque anni assistant manager, la lettera di licenziamento. «Sono cristiana, perché mai dovrei indossare qualcosa che non è dettato dalla mia religione?» lamenta Salameh.

7 Febbraio, 2012

Mille bambini cattolici di Timor Est, sottratti alle loro famiglie oltre dieci anni fa, sono trattenuti con la forza in Indonesia, convertiti all'islam, istruiti in collegi islamici e nazionalizzati. Oggi la maggior parte di loro si trova in scuole e strutture di accoglienza nell'area di Giava occidentale, in mano a "educatori" musulmani che si rifiutano di riconsegnarli alle loro famiglie

23 Gennaio, 2012

Tutti ricordiamo la frase di Nichi Vendola sul palco montato in piazza Duomo a Milano: "Ed ora abbracciamo i fratelli Rom e Musulmani".Dove è applicata la shari'a l'omosessualità è punita con carcere, multe, pene corporali e anche la morte: ad esempio in Iran negli ultimi 32 anni sono stati giustiziati 4.000 omosessuali

22 Gennaio, 2012

La libertà religiosa è cosa sacrosanta, nei secoli segna il diritto alla diversità fra uomo e uomo. Ma guai se si trasforma, come spesso capita ormai nella nostra società dei diritti, in un gioco a dama, in cui con la propria pedina si mangia l’altro colore fino ad obliterarlo.